Cambio gomme: c’è tempo fino al 15 maggio

Per il cambio delle gomme estive la legge concede un mese di tempo in più: dal 15 aprile al 15 maggio. Ricordarsi della scadenza è una questione di sicurezza e, nel lungo termine, di risparmio. Senza contare che in certi casi si evitano multe salate.

L’arrivo della primavera è un giro di boa anche per gli automobilisti: per quelli che hanno montato le gomme invernali si riaffaccia il problema del cambio delle gomme estive.

L’incombenza di sostituire le gomme invernali con quelle estive consegue dall’obbligo di montare pneumatici invernali dal periodo che va dal 15 novembre di ogni anno al 15 aprile di quello successivo, entrato in vigore nel 2013 . Lo scopo è garantire una maggiore sicurezza stradale nel periodo dell’anno in cui le condizioni meteorologiche costituiscono un rischio. Sebbene non si tratti di un obbligo assoluto (in alternativa è consentito avere a bordo mezzi antisdrucciolevoli come le catene da neve, per esempio), il cambio delle gomme invernali implica il rimanere in condizioni di sicurezza in caso di neve, senza essere costretti a montare un set di catene, impresa spesso ardua se non impossibile.

Anche per le gomme estive l’assenza di una prescrizione di legge porterebbe l’automobilista a trascurare la questione. Noi di Riparasicuro.it consigliamo invece di non prenderla sotto gamba. Prima di tutto per motivi di sicurezza. Non essendo progettati per le alte temperature, infatti, le gomme invernali riducono le loro prestazioni e si logorano di più nel periodo estivo. La resa su strada sarebbe compromessa sia nell’immediato, sia nel successivo periodo invernale. I pneumatici durerebbero di meno, con un conseguente aumento di spesa per l’automobilista.

cambio-gomme-invernali-estive

Ma c’è un altro problema

Tramite una circolare del gennaio 2014, il Ministero dei Trasporti ci fa sapere che i pneumatici invernali, contrassegnate dalla sigla M+S (Mud and Snow, fango e neve), possono essere usati anche in estate a condizione che abbiano un codice di velocità non inferiore a quello prescritto nel libretto di circolazione.

Spieghiamo: il codice di velocità indica la velocità massima supportata da un certo tipo di pneumatico ed è prescritto dal costruttore. Mentre in inverno è possibile montare pneumatici con un indice di velocità inferiore a quello indicato sul libretto (ma non inferiore al codice Q = 160kmh), in estate non è possibile alcuna deroga: il pneumatico montato dovrà avere un indice di velocità almeno uguale a quello indicato sul libretto.

Per il cambio delle gomme estive, quindi, conviene prestare una particolare attenzione: se l’indice di velocità indicato sulle gomme è inferiore o uguale a quello prescritto sul libretto di circolazione, si rischia una la multa molto salata: da 419 a 1682 euro. Un motivo in più per non affrontare la questione con superficialità.

La soluzione di montare pneumatici adatti per tutte le stagioni (all season) è particolarmente indicata per chi vive dove gli inverni non sono troppo rigidi o per le auto di bassa e media cilindrata che non percorrono molti chilometri all’anno.

Scroll Up