Dash cam: una telecamera per proteggere l’automobile

dash cam: uno strumento in più per l'automobilista

Avere la possibilità di filmare un incidente tramite una dash cam significa, in molti casi, poter dimostrare di avere ragione. La tecnologia è venuta in supporto degli automobilisti che subiscono danni per colpa di altri e la beffa di dover pagare.

 

Sono diffuse già in molti paesi del mondo, soprattutto Stati Uniti e Russia, e stanno ormai prendendo piede anche in Italia: sono le dash cam, telecamere da montare a bordo dell’auto, che servono per registrare tutto quello che accade sia all’esterno, sia all’interno dell’abitacolo.

 

Si tratta di uno strumento utilissimo in diversi casi: prima di tutto la dash cam può filmare gli incidenti stradali. Spesso risulta impossibile dimostrare la colpa della controparte. Chi causa un incidente, infatti, ammette di rado la propria responsabilità, e spesso non ci sono terze parti che possano testimoniare in favore di chi lo ha subito. Le perizie o le fotografie, inoltre, possono non costituire prove sufficienti a sostenere un contenzioso.

Questo comporta una serie di conseguenze negative per gli automobilisti più disciplinati: prime fra tutte, quella di dover pagare per un danno che non hanno causato, e quella di vedere peggiorate le proprie condizioni assicurative.

 

Possedere un filmato delle dinamiche di un incidente previene da questi rischi, oltre a regalarci la soddisfazione di non dover subire ingiustizie. Tutto qui? Anche se non sarebbe poco, l’utilità di una dash cam va ben oltre.

Pensiamo a quei genitori che vogliono controllare la condotta di guida dei propri figli. Non c’è deterrente migliore per costringere i ragazzi a tenere un comportamento irreprensibile!

 

In generale, per chiunque conceda spesso e volentieri la propria auto in prestito a parenti, amici o conoscenti, montare una dash cam sull’auto è un modo per premunirsi di fronte all’eventualità di incidenti o danni. Identico discorso per i possessori di flotte di auto a noleggio, o di taxi per studiare il comportamento dei conducenti e, se è il caso, per caricarli delle spese per eventuali danni procurati sulle auto.

 

Senza contare che le dash cam sono utilissimi anche per capire chi ci ha distrutto il parafango mentre la macchina era parcheggiata all’aperto, magari sotto casa. Basta posizionare la telecamera in modo strategico per riprendere tutte le manovre che hanno causato il danno!

Infine, è contemplato un uso più ludico per chiunque si metta in viaggio, da solo, in coppia o con la famiglia, per filmare percorsi panoramici e tenere le registrazioni come ricordi!

 

Ma quanto costano le dash cam? I modelli base sono accessibili: senza Wifi si può spendere intorno ai 100 euro; ma più aumentano gli accessori, più si sale di prezzo: oltre al Wifi e al Gps, può essere dotata di visore Lcd, sensori che si attivano in caso di tamponamento, doppia alimentazione (autonoma e nell’auto).

Scroll Up