I freni dell’auto: come sono fatti e come manternerli

L’importanza dei freni in buone condizioni per la sicurezza delle persona

Disegno di un freno a disco e uno a tamburo a confrontoNon è mai sufficiente ricordare quanto siano importanti i freni per una migliore gestione della guida su tutti i veicoli. Va da sé che sia utilissimo sapere come mantenere più a lungo i freni in buone condizioni. L’impianto frenante ci asseconda alla guida permettendoci di guidare in sicurezza. Proprio per questo è sottoposto a continua usura e stress meccanico specialmente nell’uso cittadino. Per questo non va mai abbassata la guardia su questo impianto, che deve sempre garantire la massima efficienza.

La tipologia di freni

Quasi tutte le auto hanno sempre freni a disco nella parte anteriore, mentre nella parte posteriore possono avere freni a tamburo o freni a disco.

  • Freni a disco:

questo tipo di impianto è composto principalmente da una coppia di “pastiglie freno” che  sono posizionate all’interno di un sistema a pinza. Ogni volta che

Una coppia di freni a disco

Una coppia di freni a disco

premiamo il pedale del freno, le pastiglie vengono compresse sui dischi provocando il rallentamento o la fermata dell’auto. Questo funzionamento implica un surriscaldamento dei dischi freno e delle pastiglie, che hanno bisogno per funzionare al meglio di un veloce raffreddamento. Per questo motivo molti modelli di dischi freno hanno un sistema “ventilato” che favorisce un più veloce raffreddamento, mentre per le pastiglie freno è la qualità della mescola a garantire un buon funzionamento anche in condizioni difficili.

 

 

  • Freni a tamburo:

Altro tipo di impianto, composto principalmente da un cilindro denominato appunto “tamburo” e da un elemento d’attrito denominato “ganasce” che per frenare esercitano una forza sul cilindro.

Quando sostituire le pastiglie dei freni?

Un freno a tamburo aperto

Un freno a tamburo aperto

Il componente che si sostituisce più spesso sono le pastiglie, che in genere vanno cambiate ogni 20-25 mila km o al massimo ogni due anni. Tutte le case auto indicano il controllo obbligatorio delle pastiglie ogni anno nel tagliando. L’usura di questo componente è legato allo stile di guida tanto che un uso improprio può deteriorare le pastiglie prima di questo intervallo.

Quando sostituire i dischi freno e le ganasce posteriori?

I dischi freno vanno sostituiti in genere ogni tre cambi di pastiglie ma non si può stabilire un intervallo certo senza considerare lo stile di guida, il modello dell’auto e le strade percorse. Per i freni posteriori con impianto di frenata a tamburo, questo deve essere controllato ogni anno e le parti che vengono sostituite sono le ganasce e i cilindretti, che di solito hanno un costo più contenuto.

Come scegliere le pastiglie dei freni?

Pastiglie per freni a disco

Un esempio di pastiglie per freni a disco.

Dovete sapere per prima cosa che le pastiglie auto sono composte da una placca in metallo che tramite un collante speciale supporta una mescola in metallo che durante la frenata aderisce ai dischi e compie l’azione frenante.

Ogni pastiglia ha nella mescola del metallo un coefficiente di attrito che deve essere adatto all’impianto frenante e al veicolo su cui è installato. Non mantenere certi standard significa allungare la frenata, o non poter assicurare l’efficacia a certe temperature di esercizio e una durata minore. In commercio esistono vari tipi di pastiglie: da quelli più commerciali (e quindi più economiche), alle omologate (e quindi riconosciute come equivalenti all’originale), a quelle di primo impianto (costruite dallo stesso produttore che le produce per le case auto), fino a quelle originali. Di solito il prezzo di listino è uguale per le originali e per quelle di primo impianto, mentre le omologate sono di solito vendute a prezzi migliori. Servirsi di pastiglie più commerciali e più economiche non è mai consigliabile. Significherebbe mettere a repentaglio la vostra sicurezza solo per risparmiare qualche euro.

Quanto costano le pastiglie freni e la loro installazione?

È impossibile generalizzare sul prezzo della pastiglie, che è determinato dal modello dell’auto e dalla marca della pastiglia. Per esempio, per una Fiat grande punto del 2007 1.2 benzina oggi le pastiglie anteriori costano 113,82€ (sicuramente l’autoriparatore vi applicherà uno sconto visto che questo è il prezzo di listino), mentre lo stesso modello Bosch costa 83,81€ di listino. Per quanto riguarda il tempo di istallazione, è per lo più standard (tranne per qualche modello con freno a mano elettronico per esempio) e si aggira intorno ai 25-30 minuti, pertanto per stabilire il prezzo di una sostituzione pastiglie basta sommare il prezzo della pastiglia alla manutenzione. In questo caso considerando il montaggio di una serie di pastiglie Bosch con sconto del 25% e una tariffa oraria di manutenzione di 40€ il costo totale sarà di circa 80,00€.

Consigli utili.

Un'auto che frena vicino alle strisce pedonali con dei bambini che le attraversano

La corretta manutenzione dell’impianto frenante è determinante per la sicurezza!

Lo stile di guida è quello che influisce maggiormente nell’usura dell’impianto frenante: più siamo aggressivi alla guida più le nostre pastiglie avranno una vita breve.

Attenti a non frenare bruscamente quando pastiglie e dischi sono appena sostituiti, e comunque in generale per mantenere sempre efficace questo impianto, in frenata, aiutatevi con delle marce basse e non fatelo all’ultimo momento: ricordatevi che la sicurezza nostra e degli altri è fondamentale mentre per la guida sportiva ci sono sempre le piste.

 

Emanuele Minardi

www.tagliandofacile.com

 

Scroll Up