Pneumatici run flat: cosa sono, vantaggi e svantaggi

Donna che cerca di riparare uno pneumatico in un parcheggio

Bucare una gomma dell’auto è ancora un problema frequente e fastidioso, soprattutto perché bisogna risolverlo immediatamente. Ma esiste un tipo di pneumatico che ci consente di affrontarlo con più calma, e senza panico. Vediamo qual è e come funziona.

Le caratteristiche degli pneumatici run flat

Schema grafico con le differenze tra uno pneumatico run flat e uno normale

Confronto fra uno pneumatico normale e uno run flat (immagine tratta da un articolo sul sito di Hankook – hankooktire.com)

Si deformano molto meno degli altri, perché sono dotati di rinforzi laterali, che sostengono il peso dell’auto anche in mancanza di pressione: sono i run flat, chiamati così proprio perché, anche se si appiattiscono, consentono al veicolo di continuare a marciare.

Al contrario delle gomme tradizionali, dunque, le run flat non devono essere immediatamente cambiate: addio soste per la strada (magari di notte e sotto la pioggia), cric e ruote di scorta nel bagagliaio. E soprattutto, addio panico! I penumatici run flat consentono di viaggiare in condizioni di sicurezza per almeno altri 80 chilometri e a una velocità massima di 80 km all’ora. Quindi si ha tutto il tempo di raggiungere il gommista e farle cambiare con calma.

La loro conformazione le rende più aderenti al cerchio e quindi anche per questo più adatte alla marcia una volta che subiscono l’inevitabile deformazione dovuta a una foratura. Infine, sono collegate a un sistema di sensori che avvertono l’automobilista della perdita di pressione.

Vantaggi e svantaggi degli pneumatici run flat rispetto agli pneumatici tradizionali

Fotografia della sezione di uno pneumatico run flat

La sezione di uno pneumatico run flat.

Viaggiare con una gomma tradizionale bucata significa correre diversi pericoli, primo fra tutti quello di perdere la tenuta dell’auto se si viaggia a velocità sostenuta. Questo non accade con le gomme run flat. Ma sono tutte rose e fiori? In realtà l’uso delle run flat è ancora limitato: come già accennato, l’automobile deve essere dotata di appositi sensori che avvertano in caso di perdita della pressione, ma anche di cerchi speciali, che consentano alla gomma di aderire meglio.

Lo pneumatico run flat, quindi, è più costoso di uno pneumatico normale. Non può essere riparato (è invece possibile tamponare un piccolo foro su una gomma normale), e in caso di foratura deve essere cambiato. Infine, è meno adatto alla marcia su strade sconnesse proprio perché più rigido. Se volete dotarvi, quindi, di gomme run flat, fatevi prima consigliare da un gommista esperto della rete di Riparasicuro.it!

 

Scroll Up